Chi è Satoshi Nakamoto Bitcoin padre delle criptovalute? Attenzione!

chi è satoshi nakamoto bitcoin padre delle criptovalute

Satoshi Nakamoto chi è? È l'autore del "white paper" sulle criptovalute nel 2008 è ampiamente considerato da più fonti autorevoli come il creatore del Bitcoin e delle criptovalute.

 

L'inventore del Bitcoin rimane un mistero, mentre la valuta digitale incredibilmente volatile continua a godere di pazzesche fluttuazioni di valore.

 

Ricordiamo che a fine 2017 ha raggiunto quasi i 20 mila dollari di valore e ora si attesta a:

 

 

Ma mentre l'identità del leggendario Satoshi Nakamoto bitcoin - l'autore del white paper del 2008 che descrive le criptovalute - rimane non confermata, le investigazioni volte a trovarlo e a scovarlo sono delle più disparate e ridicole.

 

Satoshi Nakamoto è lo pseudonimo usato da una persona o da un gruppo di persone che hanno inventato il Bitcoin. Questo è una certezza. Satoshi ha sviluppato il protocollo originale e la tecnologia blockchain che sta alla base del bitcoin, ma la sua vera identità è tutto'ora sconosciuta.

 

Satoshi Nakamoto è in realtà uno pseudonimo di una persona o di un gruppo di persone. Questa persona è il creatore del Bitcoin e del white paper sul bitcoin. Nel suo account di fondazione P2P, ha dichiarato di essere un cittadino giapponese di 37 anni, ma a causa del suo perfetto uso dell'inglese e del software Bitcoin mai tradotto in giapponese, questa provenienza è stata messa in discussione.

 

L'uso occasionale dell'inglese britannico nel codice e nei commenti inducono a ipotizzare che Satoshi Nakamoto possa essere di origine canadese.

 

Alcuni investigatori, a causa del fatto che i tempi di postazione di Satoshi erano silenziosi tra le 5 e le 11 GMT, hanno dedotto che Satoshi avesse un normale schema di sonno risiedendo nella regione compresa tra GMT -5 a GMT -6 e quindi nella zona compresa tra gli USA e il Canada.

 

 

Approfondimenti: Quali sono le migliori Exchange di criptovalute del 2018? Come funzionano? >>

 

 

 

 

Chi è Satoshi Nakamoto Bitcoin?

Il mistero ci ha portato ad investigare in Giappone, poi fino a una piccola città californiana di nome Temple City e poi di nuovo attraverso l'Oceano Pacifico a far visita ad un dottore australiano. L'ormai iconico white paper, che è stato pubblicato sulla rete P2P Foundation, ha detto che l'inafferrabile Satoshi Nakamoto viveva in Giappone ed era nato nel 1975.

 

Ma quando i media del mondo pensarono di aver trovato il loro Satoshi Nakamoto nel 2014 - era un ingegnere informatico che viveva a Temple City nella contea di Los Angeles.

 

E mentre l'uomo giapponese-americano, di nome Dorian Satoshi Nakamoto, negava fermamente di essere la forza oscura dietro la famigerata criptovaluta, la trama continuava ad addensarsi.

 

Pochi mesi fa è emerso che lo scienziato informatico Hal Finney, che era il destinatario della prima transazione Bitcoin, viveva a "pochi isolati" dall'apparentemente ignaro Nakamoto.

 

Il giornalista di Forbes, Andy Greenberg, ha tentato di intervistare Finney a casa sua - nonostante lui abbia combattuto la malattia terminale della sclerosi laterale amiotrofica (SLA), che ha reso "entusiasta" la cripto-comunità "bloccato" nel suo corpo e incapace di parlare o muovere i muscoli.

 

Greenberg credeva che Finney, che è apparso divertito quando il giornalista gli ha chiesto se conoscesse Nakamoto, è stato lo scrittore fantasma del Bitcoin o semplicemente ha usato il nome del suo vicino come pseudonimo. Ma non è tutto. Finney conosciuto anche per essere un "appassionato di valuta decentrata" e lo scienziato Nick Szabo che ha scritto un articolo su "bit gold" nel lontano 199, si diceva che fossero dei fan degli pseudonimi.

 

Nick Szabo ha anche confermato nel 2011 che solo lui, Finney o Wei Dai - creatore del precursore di Bitcoin B-Money - sarebbe stato il responsabile della valuta digitale. Nel 2013, l'autore finanziario Dominic Frisby ha suggerito che Szabo abbia scritto il white paper del 2008 ed è persino apparso in televisione a discutere delle sue affermazioni.

 

Ma Szabo mandò una email a Frisby, scrivendo: "Grazie per avermelo fatto notare. Ho paura che tu abbia sbagliato nel doppiarmi come Satoshi, ma ci sono abituato.

 

Approfondimenti:5 modi per gestire la volatilità delle criptovalute il crollo >>

 

Cosa sono le criptovalute e come funzionano, la guida per principianti >>

 

 

 

 

Persone sospettate di essere Satoshi Nakamoto bitcoin padre e creatore

Ci sono stati molti casi di alto profilo di persone che affermano di essere Satoshi Nakamoto negli ultimi anni o persone che i media sospettavano di essere Satoshi Nakamoto.

 

Tutti questi nominativi sono stati eliminati. Un modo per dimostrare che una persona è Satoshi deve firmare un messaggio con le chiavi dei primi blocchi di Bitcoin che Satoshi ha estratto, o gli indirizzi del blocco di genesi.

 

Nessuno di questi poteva farlo e alcuni hanno pure negato persino di essere Satoshi.

 

 

 

Nick Szabo

Nick Szabo ha progettato e creato il "bit gold" che è stato un precursore di Bitcoin. Era interessato alla valuta digitale e amava anche usare gli pseudonimi.

 

È stato sospettato da molte persone e dai mezzi di comunicazione di essere Satoshi Nakamoto, una rivendicazione che nega fermamente. L'evidenza che era Satoshi era solo una circostanza evidentemente.

 

 

 

Dorian Satoshi Nakamoto

Nel marzo 2014 in un articolo sulla rivista Newsweek, un giornalista di nome Leah McGrath Goodman, tentò di identificare un uomo giapponese americano californiano come Satoshi, poiché il suo nome di nascita era Satoshi Nakamoto.

 

La persona in questione era anche un ingegnere dei sistemi e servizi di informazione finanziaria. La pubblicazione di questo articolo suscitò molto interesse da parte dei media, con i giornalisti che aspettavano vicino alla casa di Dorian Nakamoto e lo seguivano nella sua macchina per cercare di ottenere una intervista.

 

Ha negato di aver inventato il Bitcoin e ha persino negato di sapere di cosa si trattasse. Satoshi poi pubblicò dal suo account di P2P fundation, affermando che non era Dorian Nakamoto.

 

 

 

Hal Finney

Hal Finney era un ingegnere crittografico nell'era pre-bitcoin che fu anche la prima persona ad usare il software Bitcoin dopo Satoshi Nakamoto e a presentare segnalazioni di bug.

 

Ha anche contribuito a migliorare il client Bitcoin. Ha ricevuto la prima transazione Bitcoin ed è anche vissuto non troppo lontano dalla casa di Dorian Nakamoto. Il suo stile di scrittura si avvicinava a quello di Satoshi Nakamoto.

 

Dopo che la gente vide che aveva mandato molte e-mail a Satoshi, che Satoshi gli avesse mandato la prima transazione Bitcoin, e il fatto che Hal negasse di essere Satoshi, fu infine considerano per non essere Satoshi Nakamoto.

 

 

 

Craig Steven Wright

Craig Wright è un cittadino australiano che ha tentato di dire di essere Satoshi Nakamoto. Sosteneva di essere Satoshi Nakamoto e quando la polizia ha fatto irruzione nella sua casa su una questione del tutto diversa, i media sospettavano che fosse proprio quel Satoshi Nakamoto bitcoin padre e inventore.

 

Perchè?

 

Perchè aveva pubblicato nei suoi blog sostenendo di essere Satoshi Nakamoto.

 

I giornalisti della BBC tentarono di affermare di aver visto Wright firmare un messaggio utilizzando le chiavi private associate alle prime transazioni Bitcoin. Quando uno degli sviluppatori di bitcoin consultò i post del blog di Wrights per verificare la situazione, quei famosi posts non ne contenevano alcuno.

 

Fece anche un post affermando che avrebbe pubblicato ulteriori prove, ma poi cancellò il suo post e dichiarò che non poteva sopportare di essere sotto i riflettori. Non avendo mai realmente firmato un messaggio con le chiavi private delle prime transazioni Bitcoin, non fu ritenuto Satoshi Nakamoto, e piuttosto potenzialmente un abile burlone.

 

Queste sono le 4 persone principali che sono state sospettate di essere Satoshi Nakamoto e da allora sono state "scagionate" e scartate.

 

Ce ne sono stati molti altri, ma questi sono i principali che hanno attirato l'attenzione dei media. Il fondatore di Bitcoin rimane ancora Anonimo ancora oggi.

 

Approfondimenti: Trading bitcoin come funziona, come comprare Bitcoin Cash >>

 

 

 

 

Perchè Satoshi Nakamoto nasconde ancora la sua identità?

Ci sono molte ragioni per cui Satoshi Nakamoto ha nascosto la sua identità. Il motivo principale è dovuto alla natura speculativa del Bitcoin; lui non voleva attirare l'attenzione. Satoshi ha consegnato il progetto Bitcoin poco dopo a Gavin Andersen, uno sviluppatore del Bitcoin, che ha tenuto un discorso su bitcoin alla CIA.

 

Si ipotizza che questo riguardi Satoshi, ma a questo punto c'è poco più di una sterile speculazione. Un famoso teorico della cospirazione, sostiene in molte delle sue storie di aver sentito che il Bitcoin è stato creato da un'alleanza internazionale che voleva tentare di bloccare l'attuale sistema bancario.

 

David Wilcock ha poche conoscenze su Bitcoin stesso, tuttavia, e non si è reso conto che Satoshi Nakamoto ha incorporato un messaggio nel blocco Genesis, che è il blocco 0.

 

Ha menzionato i salvataggi bancari del 2009, il che implica che la corruzione nel sistema bancario è uno dei i motivi per cui ha creato una valuta come il Bitcoin.

 

A causa del potenziale rischio di sviluppare qualcosa di simile e il rischio di diventare una celebrità pubblica, è probabile che abbia scelto di nascondere la sua identità per proteggere se stesso, specialmente quando il Bitcoin era associato dai media come la valuta dei criminali, quando in realtà ha molti usi legittimi.

 

Approfondimenti: Il Bitcoin è una bolla speculativa o no? >>

 

 

 

 

Sapremo mai chi è Satoshi Nakamoto bitcoin?

C'è speculazione, ma attualmente solo speculazione. I membri della comunità Bitcoin hanno rifiutato di credere a chiunque affermi di essere Satoshi Nakamoto, a meno che non firmino un messaggio con le chiavi private delle monete conosciute di Satoshi o del blocco Genesis.

 

A causa della scomparsa di Satoshi Nakamoto, alcuni hanno affermato che dopo alcuni anni la sua massiccia scorta di monete (1 milione di monete in più) dovrebbe essere disabilitata poiché si suppone che sia un rischio "di sicurezza". Ciò è stato accolto della comunità, ma gli sviluppatori di Bitcoin non l'hanno implementato.

 

Anche se lo facessero, richiederebbe il consenso della rete intera. Ci sono stati alcuni che erano felici che Satoshi abbia lasciato il progetto, molti lo vedono come un potenziale idolo, a giudicare dai post del forum su bitcointalk. La sua improvvisa scomparsa porta molte persone a chiedersi continuamente chi sia e le persone stanno ancora cercando di scovarlo.

 

Se ha nascosto la sua identità così bene fino ad oggi, significa che ha le sue ragioni e che non ha nessuna voglia di farsi avanti. L'analisi Blockchain mostra che quasi nessuna delle sue monete è stata spesa e che è rimasta intatta da diversi anni.

 

Questo articolo ha discusso di chi fosse Satoshi Nakamoto bitcoin e ha esaminato alcune persone sospettate di essere Satoshi Nakamoto. Nessuna delle loro identità è risultata essere quella di Satoshi Nakamoto.

 

È probabile che Satoshi fosse una persona o un gruppo di persone e potenzialmente potesse temere la CIA. È un potenziale che ha contribuito a sviluppare Bitcoin come alternativa al sistema finanziario tradizionale, nelle mani delle persone, questo è stato evidenziato dal blocco di genesi.

 

La gente continua a speculare fino ad oggi, ma ancora non c'è una prova concreta di chi sia Satoshi Nakamoto. Satoshi non può causare danni alla rete Bitcoin, il modo in cui l'ha progettata fa si che una volta attivata, essa sia totalmente indipendente con i nodi che via via si sono attivati.

 

Approfondimenti: Bitcoin Future CME come funziona il derivato del Bitcoin >>

 

 

 

 

Conclusioni su chi è Satoshi Nakamoto

Potrà farsi avanti un giorno, ma nessuno sa quando o se si farà mai vedere. Nessuna delle sue monete è stata mai spesa, anche se il valore delle sue partecipazioni supera i 600 milioni di dollari, quindi il profitto non è il suo movente.

 

Avrebbe potuto incassare queste criptomonete in qualsiasi momento, ma ha scelto di non farlo. È probabile che rimarrà solo lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto per il momento, ma potrebbe cambiare in futuro. Lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto è ancora vivo nella memoria di tutti e viene mantenuta dagli attuali sviluppatori.

 

Approfondimenti: quanto vale un bitcoin in euro in tempo reale qui >>

 

 

 

 

Vale la pena investire in Bitcoin e nelle criptovalute?

Tutti si chiedono chi è Satoshi Nakamoto bitcoin e padre delle criptovalute, perchè si vuole conoscere il mito e la leggenda! Se esistesse davvero ora sarebbe un multimiliardario.

 

Se ti interessa investire in criptovalute allora devi saperne un po' di più.

Con queste piattaforme qui sotto puoi iniziare con un conto demo e comprare e vendere criptovalute in totale assenza di rischio, dato che si tratta di conti dimostrativi, cioè con soldi virtuali.

 

Se invece vuoi utilizzare soldi reali, fai attenzione che le criptovalute sono un asset molto volatile e puoi perdere il capitale investito se non fai negoziazione con intelligenza. Mai investire più di quello che potresti perdere senza mettere a repentaglio l'equilibrio delle tue finanze.

 

Scopri di più come investire in criptovalute con carta di credito o debito compilando questo modulo qui sotto:

 

       

 

 

Inserisci la tua recensione e i tuoi commenti e opinioni qui sotto.

 

Recensioni su Satoshi Nakamoto
( 5 )
Recensioni trader: 4.5 / 5

 

 

 

comments powered by Disqus