Petrolio: strategia di trading con opzioni binarie nel 2016

petrolio analisi trading per opzioni binarie dove andrà nel 2016

Il petrolio è al centro delle analisi sui blog di finanza da più di un anno, e lo è per una buona ragione: Il mercato del petrolio è crollato verso la fine del 2014, e da allora, ha continuato seguendo un inesorabile declino. Infatti, il valore del petrolio ha recentemente toccato il minimo da 12 anni a questa parte, e la maggior parte degli esperti ritengono che siamo solo agli inizi... La verità è che gli esperti hanno sempre ragione. Oggi parleremo del perché petrolio è sceso di prezzo, del perché sta continuando a scendere, e come i traders in opzioni binarie possono sfruttare questa tendenza.

 

Queste le notizie presenti in questi giorni sui quotidiani italiani:

 

  • << Petrolio a 20 dollari, ora ci credono in tanti. E il rischio di default dell'Arabia è più alto del Portogallo>> - da La Repubblica‎

 

  • << Il petrolio in caduta libera sconvolge l'industria. Un produttore Usa su tre a rischio bancarotta>> - da La Stampa‎

 

Perché il petrolio è sceso di valore?

La crisi del petrolio é iniziata verso la fine del 2014. Tuttavia, le condizioni che hanno portato alla crisi è cominciata molto prima. In sostanza, come la maggior parte delle materie prime, il valore del petrolio è in balia della domanda e dell'offerta. Quando l'offerta è bassa e la domanda è alta, il valore del petrolio sale di prezzo. Mentre, quando le forniture sono alte e la domanda è bassa, il valore del petrolio subisce un ribasso. Nel corso degli ultimi anni, ci sono stati parecchi sviluppi nella ricerca di nuove fonti di produzione di Crude Oil. Gli Stati Uniti e molti altri paesi hanno cominciato a produrre petrolio dagli scisti, mentre il Canada ha approfittato delle sabbie petrolifere e le altre nazioni hanno aumentato la loro produzione.

 

Tutto il mondo quindi stava producendo molto più petrolio di quanto non ne stesse usando. Come risultato, l'eccesso di produzione che ne seguì, provocò il tracollo del prezzo del petrolio.

 

Il più grande produttore al mondo di petrolio è l'Arabia Saudita. In passato, quando le forniture di petrolio crebbero fuori controllo, l'Arabia Saudita ridusse sempre la produzione per livellare la domanda e l'offerta. Tuttavia, questa volta, l'Arabia Saudita ha deciso di non seguire questa prassi, e la caduta del prezzo del greggio é continuata.

 

 

 

Grafico Crude Oil in tempo reale

 

Se hai un PC o un MAC o un tablet puoi usare questo grafico del Crude Oil in tempo reale per individuare la tua perfetta strategia. Utilizza le icone per inserire indicatori, cambiare tipologia di grafico o periodo di riferimento (time frame).

 

grafico euro dollaro opzioni binarie in tempo reale

Cambia il periodo di riferimento della candela.

icona indicatori grafico aggiornato euro dollaro opzioni binarie

Inserisci gli indicatori al grafico.

legenda grafico cambio euro dollaro opzioni binarie forex

Cambia tipologia di grafico. Candele, Linare, barre...


Perché il petrolio continua a scendere da più di un anno?

Come accennato in precedenza, il greggio è fortemente dipendente dall'offerta e dalla domanda. Ecco quello che è accaduto alla fornitura e alla domanda di petrolio nel corso dell'anno passato e quello che stiamo per vedere nel 2016 ...

 

  • La produzione continua a crescere. Anche se il valore del petrolio è ora sceso a un minimo da 12 anni a questa parte, la produzione del Crude Oil continua a crescere. In ultima analisi, i produttori di petrolio continuano a gareggiare per acquisire quote di mercato, producendo sempre più petrolio, nel tentativo di afferrare una quota del settore del mercato più ampia.
  • Le condizioni Economiche pesano sulla domanda. Mentre l'offerta è in crescita, la domanda si sta contraendo. Quando le condizioni economiche sono negative, uno dei fattori che si contrae nei consumi è proprio l'energia, perché si producono meno beni derivati dal petrolio. Le condizioni economiche di tutto il mondo sono tutt'altro che positive. La zona euro, Regno Unito, e la Cina stanno tutti lottando per combattere la recessione! Siccome le condizioni economiche in queste zone continuano a deteriorarsi, il valore del petrolio continua a diminuire.
  • Cambiamenti nell'utilizzo delle fonti energetiche. Un altro grande fattore di cui pochi sembrano parlare é il cambiamento drastico nel modo in cui il mondo vede il petrolio. Recentemente, a Parigi le grandi superpotenze hanno raggiunto un accordo sul cambiamento climatico. In base a tale accordo ben 195 paesi hanno deciso di lavorare per ridurre le emissioni di gas serra. Per farlo, questi paesi dovranno ridurre la dipendenza dai combustibili fossili e concentrarsi sugli sforzi di creare sistemi di energia rinnovabili. In tal modo, la domanda di petrolio si ridurrà ulteriormente.

 

 

 

Come i traders di opzioni binarie possono sfruttare queste tendenze nel 2016?

come investire sul petrolio con 24optionimpara a investire con il petrolio e 24option

La linea di fondo è che il petrolio è in calo ed è probabile che continui a farlo. In primo luogo, i traders dovrebbero considerare le opportunità di opzioni PUT a lungo termine. Anche nel Forex, la discesa del prezzo del petrolio potrebbe essere un orizzonte valido di operatività. Inoltre, si dovrebbe guardare alle attività che sono correlata al petrolio. 

 

 


Ad esempio, con una crisi petrolifera in atto, Exxon Mobil, probabilmente continuerà il trend al ribasso, raddoppiando le possibilità di guadagni per coloro che sono pronti ad approfittare delle tendenze su entrambi i beni. Ma se vuoi un aiuto matematico devi usare un indicatore per Metatrader.

 

 

Cosa ne pensi?


Dove pensi che andrà il petrolio nel 2016? Facci sapere la tua opinione nei commenti qui sotto!



strategia intelligente per opzioni binarie

Se vuoi un aiuto valido per conoscere il trend del petrolio e di qualsiasi altro asset segui la strategia Intelligente per opzioni binarie e Forex. Leggi qui come gli esperti guadagnano sui mercati finanziari!

 

 

 

 

>> Vai alla strategia intelligente

 

 

comments powered by Disqus