Pomeriggio movimentato nel Forex: atteso dato PIL USA

Forex strategia gratis
Segnali trading ore 11 am GMT+2
Con un disperato appello ai propri partner internazionali (creditori), l’Argentina ha cercato di contrattaccare la posizione del giudice USA che ha intimato al paese sudamericano di pagare il debito di 1.5 miliardi di dollari americani agli hedge funds che avevano fatto ricorso negli Stati Uniti. La spiegazione delle tappe del default e successivi sviluppi è stata illustrata su una pagina a pagamento di Repubblica e altre testate straniere di rilevanza nazionale con la speranza di sensibilizzare i paesi creditori perché intervengano con pressioni sugli Stati Uniti. Il pagamento infatti creerebbe un precedente che costringerebbe l’Argentina al pagamento nel futuro prossimo di 15 miliardi di titoli di stato non rientrati nell'accordo: un importo enorme che spingerebbe il paese sudamericano sul baratro di un nuovo default.
 
Le notizie che muovono il mercato Forex:
Dopo una mattinata scarica di dati, il pomeriggio sarà piuttosto movimentato. 
Alle 14:30 i dati americani su ordinativi di beni durevoli attesi a 0.2% rispetto al precedente a 0.6% e a 0.4% contro il precedente a 0.3% per la componente core. Il PIL trimestrale dovrebbe far registrare un rallentamento a -1.7% rispetto al -1.0% della lettura precedente. 
 
bonus senza deposito per opzioni binarie
Segnali trading forex gratis
Segnali forex trading ore 11 am GMT+2
EUR/USD
Aumenta leggermente la volatilità sulla moneta unica che dopo aver toccato 1.3580 è ripartita in serata portandosi in queste prime ore di contrattazione in Europa in zona 1.3615. Dopo il tonfo di ieri pomeriggio sul rafforzamento del biglietto verde, che è ripartito grazie a dati sulle case strabilianti a 504 mila unità contro le 440 mila attese e un indice della fiducia dei consumatori che ha fatto registrare un ottimo 85.2 rispetto alle attese a 83.5, il recupero è stato pressoché immediato. Permane quindi una generale forza dell’Euro che sebbene si trovi poco fuori dal nostro canale tecnico rialzista con una tendenza in queste ore a lateralizzare in attesa dei dati americani di oggi pomeriggio. 
 
GBP/USD 
La sterlina soffre un momento di discesa dopo le parole di Carney ieri e i dati strabilianti dall’economia a stelle e strisce. Il raggiungimento di livelli a 1.6950 suggeriscono una pausa nel trend rialzista con l’abbandono della parte superiore del canale tecnico (grafico). Tuttavia non sono sorti elementi particolari per determinare una vera e propria inversione del trend: le parole di Carney ieri hanno messo in evidenza un’economia leggermente più debole di quella delineata in precedenza, ma con un mercato del lavoro in forte espansione, elemento di grande forza del Regno Unito. Va prestata attenzione ai dati del pomeriggio negli Stati Uniti per determinare se lo storno di questi giorni è un elemento prettamente tecnico o se c’è una effettiva inversione di tendenza oltremanica.
 
USD/JPY
Lo yen giapponese continua ad essere laterale in attesa di vedere come il primo ministro Abe metterà in atto le politiche annunciate per stimolare la ripresa e sostenere la crescita strutturale. Infatti la cosiddetta “terza freccia” della sua strategia di politica economica è volta a rendere più dinamiche ed efficienti le imprese con una riduzione delle tasse sugli utili delle società, la deregolamentazione del mercato del lavoro, energia, agricoltura e sanità. Lo yen non ha comunque risentito degli annunci, ma attende la pratica manentendosi ben ancorato a 101.90, poco sotto il livello mediano di queste settimane a 102.
comments powered by Disqus