Le news dal Forex per guadagnare con il trading

Segnali strategie trading gratis opzioni binarie
Segnali trading ore 12 GMT

Si sa che quando c’è una novità, oltre agli annunci devono arrivare anche i fatti. Ci stanno provando i membri del consiglio BCE sostenendo che le misure adottate la settimana scorsa dovrebbero influire direttamente sul canale di trasmissione della politica monetaria, che c’è spazio per ulteriori ritocchi ai tassi, già arrivati a livelli storicamente bassi, e che tali tassi rimarranno a livelli prossimi allo zero per un periodo prolungato. Quest’ultima affermazione è diventata anche un po’ il cavallo di battaglia di Mario Draghi il quale, dati alla mano, vede che la ripresa è ancora piuttosto fragile e c’è bisogno di sostenerla in tutti i modi: le parole chiave saranno TLTRO e ABS, mentre sembra scomparsa dal dizionario della Banca Centrale Europea, come sosteniamo da mesi, un altro acronimo che ha caratterizzato l’operatività di FED e Bank of Japan, ovvero quantitative easing: un po’ la bestia nera di Draghi, più che altro perchè in una federazione di stati sovrani, l’attuazione sarebbe complicata a dir poco. Per cui è ancora festa sui mercati che soffrono la calura di questi giorni. 

 

E se da un lato l’anticiclone delle Azzorre non dà tregua ai mercati che rimangono a boccheggiare tra performance poco mosse, dall’altro sale l’eccitazione su come impegnare l’enorme quantità di liquidità (le stime dicono 400 miliardi di Euro) che arriverà a partire da Settembre.

 

Le notizie che muovoni i mercati:

Giornata piuttosto interessante dal punto di vista macroeconomico con alle 10:30 il dato sulla variazione di richieste di sussidi di disoccupazione nel Regno Unito attesi in linea con il dato precedente a -25 mila unità (precedente a -25.1 mila) per un tasso di disoccupazione che si riduce al 6.7% rispetto al 6.8% della lettura precedente.

 

Alle 15:45 conferenza stampa del membro della MPC inglese Broadbent e a seguire alle 20:00 negli Stati Uniti il budget federale atteso a -131.0 milardi di dollari contro il precedente a 106.9 miliardi.

 

Nella notte in Nuova Zelanda la decisione sui tassi d’interesse che dalle 23:00 ora italiana dovrebbero essere aumentati di 25 basis points dall’attuale 3.00% al 3.25%. A seguire la conferenza stampa del governatore Wheeler.

 

Poco più in là alle 3:30 il dato australiano sulla variazione del numero di occupati attesi in aumento di 10 mila unità, risultato positivo ma inferiore alla performance precedente a 14.2 mila unità per un tasso di disoccupazione che aumenta a 5.9% rispetto a 5.8%.

 
bonus senza deposito per opzioni binarie
Segnali strategie di trading forex opzioni binarie
Segnali trading Forex ore 12 GMT
 
 
EUR/USD
Sta rallentando la discesa di EURUSD che in queste prime ore scambia poco sotto il livello chiave a 1.3550 complice l’entrata in vigore oggi dei nuovi tassi overnight e chiaramente con la moneta unica che si indebolisce sulle misure annunciate lo scorso 5 giugno, ma soprattutto sulle dichiarazioni riportate nell’introduzione di oggi dei membri del board BCE: come a voler rimarcare il fatto che questa volta la BCE fa sul serio. 
 
Dal punto di vista tecnico siamo su una trendline ribassista, ma non all’interno di un canale ben definito per cui attenzione al livello chiave su cui EURUSD sta scambiando in queste ore per verificare eventuali rotture al ribasso, anche se, parte del movimento è già stato scontato.
 
GBP/USD
Ieri abbiamo parlato della sterlina che segue a rotta di collo l’euro nei movimenti contro biglietto verde, anche se la vera superstar di queste settimane non è tanto il cable, quanto EURGBP che continua a indebolirsi a scapito della moneta unica portandosi a 0.8070 mentre il cable scambia in queste ore a 1.6750 sul supporto chiave. 
 
La sterlina rimane quindi la moneta più forte del vecchio continente facendo vedere i muscoli all’Euro, ma comunque in balia dei dati sull’occupazione in terra d’Albione che usciranno oggi e che sicuramente muoveranno il mercato. Attenzione quindi agli scostamenti dalle attese, soprattutto in caso di uscita di dati positivi nel Regno Unito che potrebbero spingere il cable al rialzo e EURGBP ulteriormente al ribasso.
 
NZD/USD
Dato che stanotte ci sarà la decisione sui tassi d’interesse in Nuova Zelanda, è opportuno spendere due parole sul kiwi che tecnicamente ha sfondato al rialzo il canale ribassista tecnico (grafico) sulle attese di un rialzo dei tassi di 25 basis point con cui la RBNZ porterebbe il refi da 3.00% a 3.25%. Alcuni analisti comunque mettono in guardia circa una possibile “non azione” della banca centrale neozelandese che spingerebbe al ribasso il kiwi. Permane comunque una certa forza in queste ore, forte anche dell’assenza degli americani nella sessione notturna e mattutina. 
 
Prossimi livelli tecnici a 0.8520 (supporto) e 0.8580 (resistenza).
 
 
avatrade
comments powered by Disqus