I segnali di trading della giornata per Forex e Materie prime - opzioni binarie

Segnali trading forex gratis
Analisi tecnica ore 12,45
 
È già ora di exit strategy, come dicono gli analisti d’oltreoceano. La FED, per mezzo del suo braccio operativo – il FOMC -, sta preparando la cosiddetta strategia di uscita dal lungo periodo di quantitative easing. È iniziato quindi il periodo di test e di affilare le armi, pardon, gli strumenti con cui la banca centrale americana dovrebbe intraprendere il percorso di rinormalizzazione della politica monetaria. Si stanno discutendo diverse opzioni, un po’ come fece Bernanke nel 2011 quando sembrava che la crisi fosse ormai alle spalle. 
 
Considerando il profilo ampiamente prevedibile, per sua stessa ammissione, della governatrice Yellen, è pronosticabile che non avverranno sorprese o colpi di scena in questa fase e che tutto si muoverà come previsto, con un’accelerazione del PIL nel secondo trimestre 2014 e un rialzo dei tassi non prima del secondo trimestre 2015. Tuttavia i riflettori sono tutti puntati sui verbali del FOMC che verranno pubblicati questa sera alle 20:00 e dove troveremo informazioni fondamentali per la determinazione delle prossime mosse dell’istituto di Washington.
 
Market Movers
Alle 10:30 in Gran Bretagna la pubblicazione dei verbali relativi al MPC ovvero la commissione preposta alla determinazione del quantitative easing nel Regno Unito. 
 
A seguire sempre alle 10:30 le vendite al dettaglio attese in rialzo a 0.5% rispetto allo 0.1% della rilevazione precedente per la lettura mese su mese e in recupero a 5.2% rispetto al precedente a 4.2% per la lettura annualizzata. Nella componente core il risultato è ancora più marcato nella lettura mese su mese attese in rialzo a 0.5% rispetto ad un precedente a -0.4% e nella lettura annualizzata dovrebbero assestarsi a quota 5.3% rispetto al precedente a 4.2%.
 
Alle 16:00 la conferenza stampa del membro del FOMC Dudley seguito alle 17:30 dalla governatrice della FED Janet Yellen e alle 19:30 dal collega Korcherlakota. Alle 20:00 la pubblicazione dei verbali del FOMC relativi all’ultima riunione della FED.
 
Nella notte l’indice preliminare PMI manifatturiero cinese elaborato da HSBC atteso in recupero a 48.4 rispetto al precedente a 48.1.
 
bonus senza deposito per opzioni binarie
Segnali trading gratis opzioni
Analisi materie prime ore 12,45

 

 

EUR/USD

Come già anticipato ieri e lunedì il principale cambio è entrato in una fase laterale in attesa di stasera quando saranno rese note le discussioni intraprese durante l’ultima riunione di fine Aprile all’interno della Federal Open Market Committee. Come abbiamo già discusso nell’introduzione gli analisti si attendono che siano stati discussi gli strumenti e presi in considerazione test e simulazioni per una prossima uscita dal quantitative easing e per un rialzo dei tassi d’interesse già nel 2015. Tuttavia, qualora le informazioni contenute nei verbali non si discostassero eccessivamente dalle attese di mercato, entrerà in gioco nuovamente l’effetto attesa per l’appuntamento della BCE del prossimo 5 Giugno e quindi una prosecuzione del trend ribassista. Inoltre, in Europa, giocano un fattore determinante le imminenti elezioni del Parlamento europeo che molto ragionevolmente determineranno un atteggiamento di avversione al rischio. La giornata è attesa comunque poco mossa sulle due sponde dell’Atlantico, in attesa di maggiori informazioni dalla FED.

 

GBP/USD

Come descritto ieri prosegue il trend di recupero della sterlina inglese che, forte dei fondamentali dal Regno Unito e della debolezza del biglietto verde, ritorna a 1.6880 in queste prime ore di contrattazione. I dati in mattinata potranno fornire ulteriore spinta dato che le vendite al dettaglio hanno già fatto registrare un buon risultato in precedenza e sono forse uno dei punti forti dell’economia d’oltremanica. Rimane quindi instaurato un trend rialzista di medio periodo dopo la decisa inversione della scorsa settimana con prossimo livello di resistenza a 1.69.

 

USD/JPY

Al termine di una due giorni di riunioni, la Bank of Japan ha deciso con votazione unanime il mantenimento invariato della politica monetaria, migliorando le proiezioni sulle proprie valutazioni circa la spesa in conto capitale che evidenzia un miglioramento della fiducia che deriva dallo stimolo monetario con cui la banca centrale giapponese sta inondando il mercato domestico. Sul fronte dati la bilancia commerciale ha fatto registrare un passivo di 808.9 miliardi di Yen, di molto inferiore alle attese, per un dato sull’export che accelera sensibilmente a 5.1% rispetto al precedente a 1.8%. Come conseguenza diretta lo Yen si è apprezzato sensibilmente contro dollaro statunitense fino a bucare il supporto a 101 per poi proseguire fino a 100.80 e stabilirsi in queste ore poco sotto il livello violato in precedenza.

 
avatrade
comments powered by Disqus