Draghi drogherà l'Euro?

Analisi tecnica forex opzioni binarie
Sommario tecnico ore 12 ingrandibile
Due parole hanno tenuto i mercati con il fiato sospeso: Quantitative easing. A pronunciarle il governatore della BCE, che nella conferenza stampa a margine della decisione sul tasso di riferimento, mantenuto invariato allo 0.25%, ha sottolineato come il direttorio dell’istituto di Francoforte abbbia discusso misure di politica monetaria ultra accomodante, che sempre secondo il presidente della BCE è tra le “misure non convenzionali” a disposizione della banca centrale europea.
 
Ovviamente i mercati si sono dimenticati di tutto il resto, anche perchè il discorso è stato, come avevamo già detto ieri, più che scontato nei contenuti e nella retorica.
 
Market movers
Alle 14:30 il dato sui non farm payroll americani atteso a 200k contro il dato precedente a 175k per un tasso di disoccupazione atteso in discesa al 6.6% contro il precedente a 6.7%.
 

EURUSD

L’avevamo detto ieri, la giornata sarebbe stata tutta di Mario Draghi che come al solito non ha smentito le attese. Solo pronunciare quantitative easing è costato alla moneta unica 65 pips, senza contare il massimo scostamento a 100 pips quando EURUSD ha toccato quota 1.38. C’era da attenderselo? Sicuramente sì, perchè i segnali che abbiamo analizzato nei giorni scorsi e ieri soprattutto sventolavano sguaiatamente la bandiera del quantitative easing. Dal punto di vista tecnico niente di nuovo, dopo essere rientrato nel nostro trend ribassista (grafico) ha rimbalzato sulla trendline e parte bassa del canale per attestarsi in queste ore in zona 1.37 a cavallo del livello tecnico.


GBPUSD

Sterlina ribassista a supervelocità dove il dato sulla fiducia del settore servizi, uscito a sorpresa peggiore delle attese, ha influenzato moltissimo l’andamento della moneta di Sua Maestà che si è riportata in zona 1.66 prima per poi scendere a 1.6580 dove sta scambiando in queste ore. Dal punto di vista tecnico avevamo identificato ieri l’incrocio di due livelli importanti, uno rialzista di breve periodo e uno ribassista di medio periodo (grafico) e con l’aiuto di dati non proprio rosei il cable è sceso rompendo con un certo vigore anche 1.66.


AUDUSD

In assenza di notizie importanti nella notte il dollaro australiano ha ripreso la sua marcia mantenendosi ben ancorato all’interno del canale rialzista, anche se nella sua parte bassa e comunque sopra il livello tecnico a 0.92. C’è attesa per i dati di oggi pomeriggio in uscita in America che daranno di sicuro una certa direzionalità alla conclusione della settimana di contrattazioni.

avatrade
comments powered by Disqus