Colpo di scena negli USA - tutte le notizie dai mercati Forex

Analisi tecnica forex opzioni binarie
Analisi tecnica delle 11,00

Da una nazione che ha dato i natali a Hollywood non ci si poteva aspettare altro che l’ennesimo intenso colpo di scena! Dopo la performance, tutto sommato un po’ insipida, del precedente governatore della FED Ben Bernanke in quel freddo 17 Dicembre quando a sorpresa ha messo il freno a mano al tapering sconvolgendo gli analisti, ieri è stata la volta di Janet Yellen. Da promotrice del quantitative easing prima e traghettatrice obbligata della FED nelle lande del tapering, ieri si è sbizzarrita in una performance del tutto inaspettata, shockando tutti con un annuncio insolito per un governatore della banca centrale americana: “alzerò i tassi a 6 mesi dalla fine del quantitative easing”.

 

Ma che cosa ha detto la Yellen nella sua prima conferenza stampa ufficiale? Niente di nuovo: come avevamo anticipato ieri l’outlook della FED rimane positivo nel medio termine con la conferma della Yellen che nonostante i dati macro siano usciti leggermente contrastati nelle ultime settimane, l’obiettivo della guidance per l’ottenimento di massima occupazione e stabilità dei prezzi non cambia.

 

Le borse di mezzo mondo hanno risentito in modo piuttosto deciso delle dichiarazioni della Yellen con il Dow che ha ceduto lo 0.70% e il Nasdaq lo 0.64%. Tokyo ha performato anche peggio chiudendo la sessione a -1.65%. Le borse dell’altra metà del mondo, il vecchio continente, aprono questa mattina in flessione di quasi mezzo punto percentuale con il Dax che cede lo 0.40% e il FTSE lo 0.38%.

 

In USA da seguire con attenzione oggi alle 16:00 gli Existing home sales attesi in lieve peggioramento a 4.6m contro la rilevazione precedente a 4.62m e il Philly FED Manifacturing index in sensibile miglioramento a 3.8 contro il tonfo a -6.3 della rilevazione precedente.

 
bonus senza deposito per opzioni binarie


EURUSD

Un tonfo secco sotto 1.39 con accelerazione sotto la resistenza, ulteriore accelerazione sotto il supporto variabile del canale ascendente e infine rottura di 1.3850 con brusca frenata in zona 1.3815 dove EURUSD si è attestato nelle prime ore della giornata. È un movimento totalmente giustificato dalla dichiarazione senza precedenti della Yellen che ha messo una data di scadenza in maniera del tutto inaspettata (e inusuale per un banchiere centrale). Dal punto di vista tecnico la rottura di 1.3850 significa l’instaurazione di un trend ribassista (grafico) con prossimo supporto in area 1.38.


GBPUSD

Se è il dollaro USA a farla da padrone, tutti i cross con USD in seconda gamba si sono comportati in maniera analoga. Così il cable prosegue nel suo trend ribassista come anticipato ieri toccando il nostro livello tecnico in maniera impeccabile. Dal punto di vista tecnico continua ad essere valida la trendline ribassista identificata la scorsa settimana, e i movimenti possono essere inquadrati all’interno di un canale ribassista (grafico) che molto probabilmente accompagnerà GBPUSD verso il recupero del dollaro. Prossimo supporto a 1.65, resistenza a 1.66.


AUDUSD

Nulla da aggiungere anche per il dollaro australiano, succube del forte movimento della valuta statunitense che ha trascinato l’aussie in zona 0.90 dove ha incontrato un forte supporto e ha ritracciato la discesa fino in zona 0.9025 dove scambia in queste ore. Ancora una volta dal punto di vista tecnico tengono perfettamente i livelli che abbiamo indicato (grafico). Da prestare particolare attenzione ai dati americani nel pomeriggio che forniranno una guida ad AUDUSD, atteso poco mosso ed interlocutorio fino alle 16:00.


Qui il calendario economico di oggi è le migliori strategie da seguire!

comments powered by Disqus