Il calendario di oggi e gli appuntamenti per guadagnare con le opzioni e il forex

Analisi tecnica forex
sommario tecnico 10:40

Resta alta la tensione in Crimea dove tiene banco una versione contemporanea della guerra fredda: da una parte il presidente russo Vladimir Putin che intende avallare l’annessione della penisola sul Mar Nero al colosso sovietico, dall’altra l’Europa che per la prima volta ha dimostrato un grande gioco di squadra imponendo sanzioni alla Russia seguita, come da attese, dagli Stati Uniti. Ovviamente l’unione del fronte atlantico contro una Russia sempre più isolata e che rischia di risentire fortissimamente dell’impatto economico di sanzioni ed embargo, ha favorito i mercati che nella giornata di ieri hanno fatto registrare performance molto positive.

 

Particolare attenzione va prestata ai market mover di oggi dove terrà banco l’indice ZEW della fiducia dei consumatori atteso in rallentamento a 53.0 contro il precedente a 55.7, mentre dall’altra parte dell’Atlantico terranno banco alle 14:30 i dati su inflazione (stabile a 0.1%), inflazione core (stabile a 0.1%), nuovi cantieri (in salita a 3.4% contro il precedente a -16.0%) e nuovi permessi edilizi (in salita a 1.6% contro il precedente a -4.6%). I dati arrivano alla vigilia della riunione del FOMC di domani.

 

Ma ciò che manterrà catalizzata l’attenzione degli investitori sarà la decisione della Corte Tedesca chiamata a pronunciarsi sulla legittimità del Meccanismo europeo di Stabilità (ESM), il cosiddetto fondo salva stati che dovrebbe garantire assistenza ai paesi in difficoltà e fortemente voluto dal presidente della BCE Mario Draghi.

 
bonus senza deposito per opzioni binarie

EURUSD

Dopo le sanzioni di ieri EURUSD ritorna a lateralizzare poco sopra il supporto a 1.39, a cavallo della mediana del canale ascendente (grafico). C’è forte attesa per una presa di direzione sia in conseguenza alla pubblicazione del dato ZEW, ma soprattutto sul pronunciamento della Corte Costituzionale tedesca. Nel pomeriggio invece i dati statunitensi potrebbero creare un po’ di volatilità qualora uscissero peggiori delle attese, mettendo in discussione quindi l’impostazione della guidance della FED che verrà fornita domani. L’outlook rimane comunque interlocutorio con supporto a 1.3850 e resistenza a 1.3950.


USDJPY

Ritorna a rafforzarsi lo Yen giapponese che scambia in queste ore intorno al supporto in area 101.50 dopo una sessione asiatica con buone performance e con l’indice Nikkei della borsa di Tokyo che chiude a +0.94%. Quindi il comportamento della divisa nipponica è ancora legato al rischio dove le tensioni in Europa orientale favoriscono un ritorno a beni rifugio. Livello di supporto a 101 (100.90 low), resistenza a 102.


AUDUSD

Molto tecnico invece il dollaro australiano che in assenza di dati particolari ritorna ad essere trainato dall’economia cinese e riportantosi in zona 0.9070 appoggiandosi sul supporto variabile e parte superiore del canale tecnico identificato in grafico. L’attesa è per i dati americani di oggi pomeriggio che potrebbero dare ulteriore spinta all’aussie. Livello di supporto a 0.9050, resistenza a 0.91.

comments powered by Disqus