Week end denso di eventi importanti

analisi opzioni binarie whatsapp facebook
Weekend denso di eventi importanti, dal G20 alla normalizzazione della crisi Ucraina, ma caratterizzato da un sostanziale immobilismo. 

G20 australiano abbastanza neutro e situazione Ucraina in attesa dei tempi del FMI che deciderà come finanziare i 14 miliardi di dollari per strappare il paese ex sovietico alla sfera d’influenza della Russia.


Market Movers della settimana

La settimana è densa di dati a cominciare da questa mattina con i dati sul clima economico tedesco (alle 10:00 l’indice IFO tedesco) e sull’inflazione annualizzata attesa a 0.7% in linea con il dato precedente e core a 0.8% attesa leggermente superiore al dato precedente contro 0.7%.
Domani martedì 25 febbraio attenzione al dato sulla fiducia dei consumatori USA in uscita alle 16:00 atteso praticamente invariato rispetto al precedente (80.3 contro 80.7).

Mercoledì toccherà al Regno Unito dopo saranno pubblicati alle 10:30 i dati sul PIL trimestrale e annualizzato entrambi attesi in linea con i dati precedenti (PIL t/t +0.7%, PIL a/a +2.8%) e nel pomeriggio alle 16:00 i dati sulle vendite di nuove case negli Stati Uniti, dato atteso in leggera flessione rispetto al precedente (400k unità contro 414k unità della rilevazione precedente): anche in questo caso il dato sconta le rigide condizioni climatiche di gennaio.
Giovedì sarà ancora il momento della Yellen in una nuova comparizione davanti al congresso alle 16:00, comparizione che seguirà l’uscita dei dati sugli ordinativi di beni durevoli alle 14:30 attesi in territorio negativo a -1.7%, ma decisamente in recupero rispetto al disastroso -4.2% della rilevazione precedente.

La notte tra giovedì e venerdì sarà il palcoscenico per i dati giapponesi e in particolari le rilevazioni sullo stato di salute economica della capitale con l’attesissimo dato sull’inflazione dell’area urbana di Tokyo atteso in lieve aumento rispetto all’ultima pubblicazione.

EURUSD

Tengono bene i livelli tecnici e fondamentali indicati già nelle scorse settimane in questo commento. EURUSD continua la sua ascesa, ma con poco vigore: ai livelli attuali (1.3750) ovvero sui massimi relativi degli ultimi mesi, la moneta unica sembra aver raggiunto il suo potenziale apice relativo rimanendo ben ancorata all’interno della parte bassa del canale ascendente e facendo registrare una lateralizzazione contraddistinta da poca volatilità. In mattinata l’uscita di dati europei tonici ha sospinto il cambio in zona 1.3760 dove ha incontrato la parte centrale del canale ascendente e supporto mobile. Che però non è riuscito a rompere con vigore. Prossimi livelli di supporto in area 1.3700.


GBPUSD

Il cable scivola dolcemente sulla resistenza mobile che gli abbiamo tracciato nell’ultima settimana abbandonando definitivamente il canale tecnico rialzista che è ha accompagnato il decollo di febbraio. Il ritracciamento riporta il cambio in zona 1.6650 indicata come livello di supporto/resistenza abbastanza importante perchè già massimo relativo di gennaio. Dal punto di vista fondamentale dovremo aspettare mercoledì per una presa di posizione forte della moneta di sua Maestà, ma nel frattempo è bene fare attenzione ai movimenti sui dati europei e statunitensi di queste ore.


USDJPY

Lo Yen è entrato ufficialmente in fase laterale dopo due settimane che non esce dai nostri livelli chiave. Tuttavia c’è fermento per una presa di direzione della moneta nipponica che si auspica possa indebolirsi contro il biglietto verde come effetto delle politiche economiche e gli sforzi congiunti di dieta, governo e banca del Giappone. Tecnicamente si può già identificare un trend rialzista (grafico) che se fornirà il supporto necessario grazie anche ai dati macroeconomici attesi per oggi andrà sicuramente a fare da trampolino di lancio per la moneta nipponica nelle prossime settimane.


14:30 USA Indice Chicago Fed National Activity 

16:30 USA Attività manifatturiera Fed di Dallas

bonus senza deposito per opzioni binarie