Segnali negativi dagli USA - L'analisi dai mercati

analisi opzioni binarie
Il_quadro che è uscito ieri nel tardo pomeriggio e che dipinge lo stato dell’economia americana è abbastanza allarmante. Tutti i dati importanti sono usciti peggiori delle attese con un aumento delle richieste di nuovi sussidi di disoccupazione e con un’impennata nel numero delle richeste continuative. 

L’indice Philly FED manifatturiero è uscito peggiore delle attese a -6.3 contro le attese a 8.0, ma in calo vertiginoso rispetto al dato precedente a 9.4: analizzando le componenti del dato, ci associamo a molti analisti che sostengono che la brutta performance sia dovuta prevalentemente alle condizioni meteo che stanno flagellando il nord est, anche in considerazione degli indici semestrali positivi e anche superiori a quanto visto a gennaio.

Per oggi c’è forte attesa per i dati in arrivo dal Regno Unito su vendite al dettaglio mese su mese e annualizzato che vede una lieve flessione (5.0% contro il precedente 5.3%) per il dato anno su anno e una decisa flessione (-1.0% contro 2.6%) per il dato mese su mese che tuttavia, riferendosi a Gennaio e scontando quindi l’effetto post-natalizio, non influirà in modo particolare.

Dati canadesi nel pomeriggio alle 14:30 sempre sulle vendite al dettaglio mese su mese con il dato il lievissima flessione a 0.2% contro il precedente a 0.4% e l’indice sull’inflazione in lieve recupero (0.1% contro il precedente -0.2%).

EURUSD
L’attesa della giornata di oggi è tutta incentrata sui dati americani sul comparto edilizio con le vendite di case esistenti atteso a 4.68 milioni contro il dato precedente a 4.87 milioni ovvero in calo del 4.3% mese su mese. I trend di vendita infatti sono su un trend negativo iniziato parecchi mesi fa e riflettono un aumento dei prezzi iniziato già nel 2013. Dal punto di vista tecnico questo influirà in maniera decisa alle 16:00 qualora il dato si discostasse in modo importante dalle attese soprattutto in terreno negativo con la possibilità di riportare il cambio EURUSD verso la resistenza a 1.3740/50 dove si incrocerà con la parte alta del canale ascendente in cui si sta muovendo queste settimane. Da notare anche una conformazione classica testa spalle che sta prendendo forma nelle prime ore di oggi che potrebbe prendere in considerazione un ritracciamento di fine settimana dell’Euro fino in area 1.3650/70.

GBPUSD
Dopo aver assistito all’ascesa incontrastata della supersterlina di febbraio, l’attesa sui dati di oggi e il ritracciamento tecnico di questa settimana pongono nuovamente sotto la lente il cable in cui abbiamo identificato un nuovo livello di supporto variabile negativo (grafico) per la prima volta da settimane. I dati delle 10:30 sullo stato delle vendite al dettaglio nella terra di Sua Maestà e i dati sul comparto edilizio a stelle e strisce alle 16:00 faranno sicuramente da market mover. Dal punto di vista tecnico la riduzione della volatilità include il movimento all’interno dei livelli 1.6630 e 1.67 che corrispondono anche ai valori dei livelli variabili ascendente e discendente (grafico) e che potrebbero fornire supporto e resistenza per un andamento laterale di fine settimana.

USDCAD
Dopo la rottura del canale discendente a metà settimana ovviamente sull’impennata dei prezzi del greggio WTI a cui è tradizionalmente correlato, a sconto ovviamente dei movimenti del dollaro USA. In attesa per oggi diversi dati sulle vendite al dettaglio che, se positivi come atteso, potrebbero riportare il cambio su livelli a 1.11 e ritracciando la forte ascesa degli ultimi giorn e riportandosi in correlazione rispetto al prezzo del WTI (CrudeOIL).
Giornata con qualche market mover di rilievo.

In mattinata l'appuntamento è con l'inflazione in Italia e con le vendite al dettaglio in Gran Bretagna mentre nel pomeriggio sarà la volta del dato sulle vendite di case esistenti negli Stati Uniti. Nel dettaglio:

10:30 UK Vendite al dettaglio 
14:30 CAN Tasso di inflazione 
16:00 USA Vendita case esistenti

Strategie di trading opzioni binarie
bonus senza deposito per opzioni binarie