Notte valutaria movimentata in Asia e Australia

analisi opzioni binarie

Notte_movimentata in Asia e Pacifico con due importanti appuntamenti sul fronte Banche Centrali. In Australia la Reserve Bank of Australia, nei verbali sull’ultima riunione di politica monetaria rilasciati nella notte, ha sottolineato come gli stimoli di politica fiscale stiano iniziando a riflettersi sull’economia reale, rimarcando l’intenzione di mantenere il costo del denaro sul livello attuale. In Giappone la politica ultraespansiva fortemente voluta dal primo ministro Abe, che ha dichiarato guerra alla deflazione, viene di fatto sottoscritta dalla Bank of Japan che conferma il ritmo del programma di quantitative easing attestando l’acquisto di asset governativi a 60/70 mila miliardi di Yen al mese. Come conseguenza tangibile sui mercati asiatici, l’indice Nikkei della borsa ti Tokyo ha fatto registrare un rassicurante +3.13%.


Con il mercato statunitense chiuso per il President’s Day ieri, sui mercati europei le borse sono state generalmente poco mosse chiudendo poco sopra la parità. Riflettori puntati sulla staffetta italiana con Matteo Renzi che ha ricevuto ieri il mandato dal Presidente della Repubblica di formare il nuovo governo: i mercati e gli analisti hanno salutato con favore il nuovo primo ministro incaricato con lo spread BTP/BUND in calo che ha toccato i 191 punti base.

avatrade

GBPUSD
Come anticipato ieri, sta avvenendo un ritracciamento tecnico per la sterlina inglese che dopo quasi tre settimane di salita incontrastata prende respiro riportandosi in area 1.67 per arrivare a toccare i livelli indicati già ieri a 1.6650 (media mobile variabile). La sterlina sconta non solo la forte salita, soprattutto della scorsa settimana, ma anche l’attesa dei dati in uscita oggi alle 10:30 attesi sì in calo rispetto ai livelli delle rilevazioni precedenti, ma che gli analisti attendono quindi leggermente peggiori delle attese. Attenzione a CPI (annualizzato) atteso al 2.0% e CPI (mese su mese) atteso a -0.5% contro il dato precedente a 0.1%.


USDJPY
Leggera volatilità e deprezzamento dello Yen giapponese che subisce l’influenza della decisione della BoJ di mantenere stabile il tasso d’interesse, confermare il programma di acquisto di debito pubblico del Sol Levante e di prorogare di un anno tre meccanismi di finanziamento particolarmente favorevoli al sistema bancario nipponico. L’effetto sui mercati azionari si è fatto vedere immediatamente con un Nikkei più che vigoroso. Sul fronte forex tengono bene i livelli tecnici indicati tra 101.5 e 102.5 dove si è attestato il cambio in queste ore. Attenzione alla forte rottura al rialzo del canale ascendente e il test in zona 102 che potrebberoo portare ad un ulteriore indebolimento della divisa asiatica.


AUDUSD
Il doppio test del livello 0.9050 insieme all’appiattimento sul supporto mobile (grafico) suggeriscono l’imminente presa di direzionalità del dollaro australiano. Dopo la volatilità notturna sul rilascio dei verbali della RBA che conferma il tasso d’interesse e suggerisce che la politica monetaria accomodante stia fornendo un valido supporto all’economia reale, c’è attesa per un indebolimento almeno tecnico dell’Aussie che tuttavia si scontra con un supporto importante a 0.90. In caso di forte discesa l’attesa è per un test a 0.8950.

bonus senza deposito per opzioni binarie