Dati occupazionali USA sotto le attese

forex analisi

Le non farm payrolls statunitensi decisamente più basse del previsto tarpano le ali al biglietto verde, spingendo il cross EUR\USD venerdì pomeriggio al massimo 1.3685$ e USD\JPY ai minimi settimanali sotto il livello 104. Questi dati mettono nuovamente in dubbio quelle che saranno le prossime manovre intraprese dalla Fed in merito agli stimoli monetari. Le condizioni ancora precarie del mercato del lavoro USA farebbero infatti pensare che il ritiro degli stimoli potrebbe essere stato prematuro.

L’incertezza sul proseguimento o meno del tapering da parte del nuovo Presidente Fed Janet Yellen, ha contribuito certamente ad un apprezzamento del GOLD che ha chiuso positivamente le contrattazioni della settimana passata ed è tornato in area 1,250$ l’oncia.

 

Possibili ulteriori apprezzamenti in mattinata sul metallo giallo ma permane la forte resistenza subito sotto 1,260$. Sulla scia dei deludenti dati occupazionali USA, le borse asiatiche hanno visto oggi un apertura mista, con Nikkei che chiude a +0.20%.

 

Dollaro debole anche in apertura settimanale con EUR\USD quotato al momento 1.3669$ che sembra però avere superato l’effetto Non Farm e si appresta a ritracciare in ribasso verso 1.3600$ in attesa di dati macro significativi.

 

GBP\USD molto vicino alla resistenza psicologca di 1.6500 che se rotta vedrebbe la resistenza successiva ad 1.6540 e 1.6570.

 

USD\JPY ha registrato un nuovo minimo durante la sessione asiatica a 103.23 e si appresta a tornare sopra il valore 104, prima resistenza 104.20 yen. Previsti rialzi anche su GBP\JPY che dovrebbe riportarsi sopra i 171 yen, valore attuale 170.58, resistenza a 171.50.

 

Prevalenza di ribasso invece su BITCOIN con supporto ad 860$. Scarse le notizie in uscita per la giornata di oggi, segnaliamo: 10:00 ITA Produzione Industriale 20:00 USA Deficit pubblico mensile

Scrivi commento

Commenti: 0