L'apprezzamento del dollaro e l'oro

forex natale

Ultima seduta settimanale aperta da $ forte e GOLD che ha visto nella giornata di Giovedì un ribasso del 2% tornando ai minimi dello scorso Giugno, con minimo a 1,186$ l’oncia. Cosa ha causato la rottura del supporto psicolgico a 1,200$? Apparentemente l’indebolimento della domanda da parte dei paesi emergenti è andato a sommarsi all’effetto causato dalle decisioni della Fed ed ai dati poco positivi rilasciati ieri per la prima economia mondiale. Nonostante la fiducia mostrata dagli investitori verso la Fed sembra iniziare a diffondersi il timore per il rischio deflazione causata dalla riduzione degli stimoli ad un economia ancora non del tutto stabilizzata. In un clima di panico deflazionistico l’oro perde pertanto la sua funzione classica di bene rifugio rispetto alla volatilità delle valute.

avatrade

Questo fattore è andato a sommarsi ad un forte indebolimento della domanda dei paesi emergenti, dove, mentre la domanda cinese rimane tutto sommato stabile, l’India ha visto un calo delle importazioni nell’ultimo quarto pari al 32%. Questo calo è dovuto a limitazioni imposte dal Governo Indiano finalizzate al controllo del deficit della propria bilancia commerciale. È stato stabilito un rapporto 80:20 per cui le importazioni vengono bloccate fino a che il 20% dell’oro importanto non è stato esportato come prodotto finito. SPDR Gold Trust, l’ETF sul Gold maggiore al mondo, considera possibile una stabilizzazione del metallo intorno al valore 1,180$ e continua a vedere il trend per i prossimi 12 mesi prevalentemente ribassista. Anche in questo caso, gli analisti SPDR sottolineano come il fattore cruciale per un inversione di questo trend, che si è protratto per tutto il 2013, sia l’inflazione che resta positivamente correlata agli acquisti sul metallo prezioso. Sul fronte valutario, il rafforzamento del $ ha portato l’EUR\USD fino ad 1.3624 e questa spinta al ribasso sembra non essere terminata, supporto fissato a 1.3585$. Anche il pound è in sofferenza rispetto al $ con GBP\USD quotato al momento 1.6333$ a ridosso del supporto 1.6330 che se rotto potrebbe vedere un’ulteriore calo fino a 1.6255. Possibili ribassi in chiusura di settimana su USD\JPY con supporto 103.90 yen. BITCOIN in forte ripresa ma attenzione alla resistenza subito sotto gli 820$.

 

Le altre notizie per la giornata:

10:30 GBP Bilancia commerciale UK

10:30 GBP Pil UK

14:30 CAD Prezzi al consumo

14:30 CAD Vendite al dettaglio

14:30 USD Pil

bonus senza deposito per opzioni binarie