Gbp/Usd fermerà la sua corsa al rialzo?

La coppia GBP/USD ha continuato a muoversi fortemente al rialzo. Il momento rialzista ha messo la coppia Forex in condizione di sfondare il massimo annuale a 1,6380. Quest’azione è stata favorita dalla notizia che il Direttore della Banca d’Inghilterra Mark Carney ha dichiarato che la Banca Centrale avrebbe messo fine agli incentivi per i mutui calando la scure sulla stabilità finanziaria del mercato domestico. A seguito dell’interruzione di questo tipo di stimolo la Sterlina diventa una valuta più attraente. Il nuovo progetto della Banca di Inghilterra prevede una serie di cambiamenti al Fondo per la Scadenza dei Prestiti della BoE. Taglia gli incentivi attualmente messi a disposizione per i prestiti domestici, ma li tiene per quelli d’impresa. Questi provvedimenti sarebbero volti a impedire la bolla immobiliare nel Regno Unito. L'EUR/USD ha postato il nuovo massimo della settimana causata da volumi ridotti per il giorno del Ringraziamento. I rialzisti hanno tratto vantaggio dalle delicate condizioni di trading spingendo l’euro al di sopra del massimo di ieri a 1,3612.

A spingere il mercato al rialzo, oggi, ha contribuito la notizia che il tasso d’inflazione annuale in Germania è accelerato a novembre più di quanto gli economisti avevano previsto. Ciò ha mitigato i timori che la Banca Centrale Europea avrebbe più avanti allentato la politica monetaria come ha fatto all’inizio del mese quando ha ridotto i tassi d’interesse. Un dollaro debole ha poi contribuito a spingere al rialzo i future sull’oro con scadenza a febbraio. Gli scarsi volumi hanno creato una condizione poco certa per una corretta previsione; per effettivamente dire che il Gold punti verso il rialzo dobbiamo attendere i volumi normali di oggi alla riapertura del mercato americano nel primo pomeriggio. Le condizioni di ipervenduto e i timori circa i tempi di attuazione della manovra di ridimensionamento potrebbero aver contribuito a spingere al rialzo i future sull’oro.

 

Alcuni trader potrebbero acquistare lingotti come copertura in caso la Banca Centrale rinvii la manovra di ridimensionamento ad aprile 2014 piuttosto che a dicembre.

 

Anche i future sul greggio con scadenza a gennaio si sono mossi con ridotti volumi di trading.Ora che l’Iran ha raggiunto un accordo con gli Stati Uniti e con gli altri cinque paesi principali, l’attenzione dei trader è rivolta di nuovo verso il ribasso. Ci si aspetta che lo spread tra il Brent e il greggio si accorci. Il grafico giornaliero mostra come vi sia la possibilità di un’azione verso i 90$ a breve termine. Finché la copertura sui fondi si mantiene su posizioni corte è probabile che il supporto continuerà a deteriorarsi.

 

Le notizie di oggi:

 

8,00 vendite al dettaglio in Germania

11,00 Tasso di disoccupazione in Europa

14,30 Prodotto interno lordo in Canada

bonus senza deposito per opzioni binarie